Egitto: nel “venerdì della collera”, blocco delle comunicazioni internet e telefoniche

Ieri era stata anticipata, e alla fine, la protesta contro il governo Mubarak, in Egitto, ha avuto davvero luogo, in quello che è stato coniato come il “venerdì della collera”.

Da giorni, ormai, la protesta ha preso piede in modo vistoso e con non poche conseguenze a Suez e nel Cairo, e questa notte, il ministero dell’Interno aveva accennato all’adozione di “misure decisive” per far fronte all’ondata di proteste. Tali misure, non si sono fatte attendere, e si sono tradotte nell’arresto di venti membri dell’organizzazione egiziana dei Fratelli Musulmani, tra cui anche cinque ex deputati e cinque membri dell’ufficio politico appartenenti tutti al partito di opposizione, anche esso facente parte, in modo attivo, della protesta.

Secondo le fonti ufficiali, le perdite in termini di vita che hanno portato con sè i numerosi scontri degli ultimi giorni, dallo scorso martedì ad oggi, sono state sette; tuttavia, il numero sembra invece essere destinato a salire.

A dare sostegno ai manifestanti, è sceso in piazza anche Mohammed ElBaradei, premio nobel per la pace, tornato in patria e intento a candidarsi alla guida della transizione del regime egiziano.

Nella giornata della grande protesta, inoltre, le comunicazioni internet e via cellulare stanno registrando non pochi problemi, con il blocco in tutto l’Egitto. A riferirlo, è il sito The Telegraph, sentendo le testimonianze di vari utenti egiziani. In particolare, l’accesso a Facebook e Twitter, i due principali mezzi utilizzati dagli attivisti per organizzare le manifestazioni contro il governo, sarebbe stato bloccato sin dalla serata di ieri.

V.G.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing