Donatella Rettore allibita dai giovani di oggi

Più di trent’anni di musica, Donatella Rettore è tornata con un nuovo disco “Caduta massi” pubblicando il suo tredicesimo album. “Attraverso quest’album, io vorrei dare un nuovo indirizzo alla musica” – confessa la Rettore a “Vero” – “Ultimamente vedo tutti questi giovani che sono già vecchi. Questo perché si fanno consigliare da gente che prima li usa come saponette e poi li butta via. In passato, io stessa ho corso questo rischio, ma sono riuscita a non farmi rottamare”.

L’album contiene dieci brani inediti e la cantante è molto legata alla canzone “L’estate è un’onda breve”. “Ha un testo molto intimo, proprio perché mi riguarda personalmente”.

Sui giovani di oggi, la Rettore non ha un giudizio molto positivo. “Sono allibita, perché di nuovo non hanno veramente niente. E questo mio nuovo disco, Caduta massi, si propone proprio di indirizzare le nuove generazioni verso qualcosa di nuovo. Non sembrano affatto giovani”.

Per ora si dedica principalmente al disco. “Mi sto concentrando sulla promozione di questo disco, che durerà almeno tre anni visto che al suo interno ci sono ben dieci singoli. Questi nuovi brani meritano di esser conosciuti e con Caduta massi, come già ho fatto ai tempi di Splendido Splendente, vorrei dare nuove indicazioni su come cambiare, in meglio, la musica. Mi piacerebbe risvegliare nuovi stimoli e l’ispirazione, che oggi manca. Vorrei bloccare il niente che avanza, il provvisorio e il precariato che attanaglia i giovani”.

Da più di vent’anni, Donatella Rettore, ha una storia con Claudio Rego e nel 2005 i due si sono sposati.

Luana Zotti Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing