Federico Moccia: dopo Tre metri sopra il cielo e Ho voglia di te, arriva L’uomo che non voleva amare

L’ultimo libro scritto da Federico Moccia si intitola “L’uomo che non voleva amare”. Dopo “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te”, lo scrittore ritorna con un nuovo romanzo. Questa volta, però, si è rivolto al mondo degli adulti, contrariamente agli altri suoi libri destinati ad un pubblico di adolescenti.

E, pure in questo libro, non poteva mancare il tema ricorrente dell’amore. “E’ un libro a cui ho dedicato tre anni di lavoro e che racconta l’incontro di due anime alla deriva che si trovano di fronte a una travolgente storia d’amore e di passione” – racconta Moccia al settimanale “Vero” – “Il protagonista, Tancredi, nato a Torino, è un personaggio con un’inquietudine di fondo che giustifica la sua paura di amare e, nonostante la ricchezza, è un uomo solo e molto infelice. Fino a quando incontra in una chiesa Sofia, pianista, e decide di volere a tutti i costi questa donna, malgrado lei dica di no. A quel punto si rende conto che nonostante i suoi soldi, poteva avere tutto, ma non poteva avere lei”.

Oltre ad essere uno scrittore, però, Federico Moccia è anche sceneggiatore, regista e autore televisivo. Attualmente è anche in progetto il suo film “Amori e tradimenti”. Ma, il ruolo dove si sente più coinvolto, è sicuramente quello dello scrittore. “Perché mi è più congeniale scrivere una storia nell’indipendenza assoluta” – spiega lo scrittore – “Invece, facendo l’autore, lo sceneggiatore o il regista ti trovi a condividere una serie di cose con altre persone, anche se questo non mi toglie assolutamente il piacere di farlo. Quando scrivo riesco a tirare fuori la mia parte solitaria, mentre quando faccio l’autore o il regista, quella più goliardica”.

Da 11 anni Moccia è sposato con un’autrice televisiva, Giulia La Penna, e da un anno e mezzo è diventato papà di Alessandro Giuseppe. “E’ ancora troppo piccolo per potergli insegnare qualcosa. Ma spero di dargli dei consigli utili per stare comodi in questo mondo”.

Luana Zotti Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing