Maturità 2011, per apprendere e memorizzare meglio basta dormire di più

In questi giorni, circa mezzo milione di studenti italiani sono impegnati nell’esame di Stato in occasione della Maturità 2011. Due giorni fa, è iniziata la prima prova scritta di italiano e ieri si è proseguiti con il secondo scritto relativo all’argomento di indirizzo dell’istituto. Ma quali sono i segreti per uno studio appropriato, in vista di questa importante prova?

Secondo alcuni importanti studi scientifici pubblicati su Science, passare le notti intere sopra i libri è assolutamente tempo sprecato. Per apprendere e memorizzare meglio, occorre infatti dedicare più tempo al sonno. Sembra una frase banale, eppure, dagli studi condotti dai ricercatori di due Università degli USA è emerso proprio tale risultato importante, venuto alla luce nel tentativo di comprendere il rapporto tra sonno a apprendimento, osservando quanto avveniva nel cervello dei moscerini della frutta. Da tali studi è quindi emerso che dormire di più aiuta a riordinare e consolidare i ricordi accumulati nel corso della giornata, facendo così spazio a ciò che sarà appreso il giorno successivo.

“Bisogna creare spazio per permettere la formazione di nuove connessioni, altrimenti si rischia di bloccare il processo di apprendimento”, spiegano gli esperti. “Imparare senza dormire è una cosa insostenibile da un punto di vista energetico”.

M.V.

Emanuela Longo Autore

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing