Grande Fratello, Rajae contro Giordana

Qualche settimana fa, attraverso un’intervista rilasciata al settimanale “Top”, l’ex gieffina Rajae Bezzaz è stata accusata da Giordana Sali, altra ex concorrente del “Grande Fratello”, di “averle rubato” il suo ragazzo Biagio D’Anelli e di passare da un gieffino all’altro.E, Rajae, replica dicendo il suo punto di vista. “Per me Biagio è un capitolo chiuso” – spiega sulle pagine di “Top” – “Ho saputo che lui e Giordana stanno insieme e sono molto felice per loro. Credo si meritino a vicenda”.

“Più che una coppia mi sembra una società per azioni. Basta valutare come si stanno comportando con me. Mi tirano in ballo come fossi la poveraccia che ha perso qualcosa in una lotta per un uomo, quasi stessimo contendendoci il merito per la sopravvivenza della specie. A me, di questo ragazzo, non importa proprio niente. Ma, evidentemente, i due sanno che se parlano di me almeno hanno qualcosa da dire: capita a chi non ha argomenti propri. Non voglio passare per una snob, ma francamente preferisco non perdere tempo a confondermi con chi mi nomina perché non ha altri motivi per far parlare di sé”.

E sull’accusa di passare da un gieffino all’altro, Rajae esprime il suo punto di vista. “Per lei l’amicizia uomo-donna non esiste. Forse, quando si avvicina a una persona di sesso opposto, per Giordana esiste una sola opzione. A me in un uomo interessa anche la conversazione, lo scambio di idee, la creatività professionale. Non passo da un gieffino all’altro: nei locali vado con i colleghi, perché in una serata la mia agenzia manda un volto femminile e uno maschile”. Giordana, quando parla di saltare da un gieffino all’altro, si riferisce molto probabilmente all’ex gieffino Tommaso de Mottoni, con cui Rajae è stata vista in sua compagnia. “Sono stata spesso fuori con Tommaso de Mottoni, come fa notare lei, e ho trascorso un weekend nella sua casa al mare con amici. Non eravamo soli, non ci vedo nulla di male: se incontro un uomo intelligente, colto e con una vita non banale, voglio imparare qualcosa. Auguro anche a lei, visto che non è la sua situazione attuale, di fare altrettanto. Quanto al mio essere morigerata, ho dei valori e non mi sembra di esser mai venuta meno a questi. Anzi, mi sto adoperando per dare alle persone della mia religione segnali giusti: si può mettere un abito corto o un tacco senza sentirsi in colpa. La limpidezza deve essere interiore e su quella, mi spiace dirlo, se si tratta di Giordana al momento non basterebbe un’impresa di pulizie!”.

Luana Zotti Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing