Libertà per la rete, il terrore della censura viaggia non solo sul web

Aumentano la paura così come le proteste in merito alla delibera dell’Autorità Garante delle Comunicazioni che potrebbe rappresentare una vera e propria censura alla libertà di informazione. Il web, già da giorni si è mobilitato contro la delibera dell’Agcom che va a tutelare il diritto d’autore. Molti siti, rischieranno così di essere bloccati anche in seguito alla presenza di un filmato o di una musica protetti da copyright. Per ovviare a quella che suona come una grande minaccia, il popolo del web si è così messo in moto ed ha deciso di organizzare per il prossimo 5 luglio una vera e propria notte bianca, iniziativa che finora sembra aver raccolto molteplici adesioni, anche dal mondo politico. Una protesta che, dunque, parte dalla rete per riversarsi poi nella vita concreta, nelle strade italiane.

Sono in molti, intanto, a pensare che la delibera dell’Agcom possa rappresentare una sorta di spietata vendetta da parte del governo, in seguito anche ai risultati elettorali deludenti, in riferimento sia alle passate amministrative che ai referendum, dove proprio la rete pare abbia giocato un ruolo determinante mettendo in moto delle campagne contro il governo senza precedenti.

E.L.

Emanuela Longo Autore

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing