Italiani: ecco a che età lasciano la famiglia

Il film francese del 2002, Tanguy, aveva fatto sorridere con la storia di un ragazzo di 28 anni che, in procinto di laurearsi, aveva dimostrato di non avere ancora alcuna intenzione di lasciare la tranquillità della sua vita in famiglia per andare a vivere da solo ed iniziare così la sua vita da adulto.

A 32 anni, Tanguy vive ancora con i genitori e la situazione non gli pesa affatto, ma questa situazione di apparente armonia in famiglia, presto sarà destinata a far riflettere seriamente i propri genitori sul futuro loro e del “grande bambino” che abita nella stessa casa.

Questa è solo la trama di un film, ma, a ben vedere, è anche la trama della vita di molti ragazzi e famiglie europee. Una domanda, a questo punto, sorge spontanea: a quanti anni i ragazzi italiani decidono di lasciare il tranquillo e sereno nido famigliare e volare verso la propria vita indipendente? I dati, da questo punto di vista, fanno meno sorridere di quanto non lo faccia la pellicola Etienne Chatiliez.

Secondo i dati Istat e Ocse, infatti, l’età media degli italiani che lasciano l’amorevole famiglia, non solo è di circa 30,2 anni, ma ricopre anche il gradino più alto della classifica dei principali paesi europei. Al secondo posto, si va a classificare la Spagna, con una media di 29,5; seguono Germania (25,5), Inghilterra (25) e Francia (24,5).

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing