Albero Stasi condannato per detenzione di materiale pedopornografico

TopNotizie.it 14 febbraio 2012 0

Alberto Stasi, l’allora fidanzato della povera Chiara Poggi, la giovane uccisa e della cui morte era stato prima accusato e poi assolto in secondo grado, è ora stato condannato a scontare una pena di 30 giorni di detenzione e 1.400 euro di multa convertiti in una pena pecuniaria complessiva di 2.540 euro oltre all’interdizione dai pubblici uffici in seguito all’accusa di detenzione di materiale pedopornografico.

A stabilirlo, il tribunale di Vigevano sulla base delle immagini ritrovate sul computer del ragazzo. Già dal 2009, Stasi era finito davanti al giudice per l’udienza preliminare di Vigevano con la doppia accusa di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico. In quell’occasione però, il ragazzo era stato prosciolto per la divulgazione di filmati a luci rosse aventi come protagonisti ragazzini e bambini.

Successivamente, fu poi rinviato a giudizio solo per il reato di detenzione di video pedopornografici, per il quale ora è stato condannato.

Il legale Giulio Colli, uno degli avvocati di Stasi, ha così commentato la decisione del pm di Vigevano, Marcello Maresca: “Leggeremo con attenzione le motivazioni della sentenza e valuteremo la possibilità di ricorrere in Cassazione”.





CONDIVIDI!

-:402

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing