Crisi, portiere si impicca dopo lettera di licenziamento

Aumentano i casi di suicidio in seguito alla crisi. Questa volta, è accaduto a Napoli; la vittima è un portiere il quale aveva ricevuto da poco una lettera di licenziamento che lo avrebbe portato nei prossimi mesi a lasciare la casa dove viveva.

Sarebbe questa, secondo gli inquirenti, la causa del tragico gesto che ha spinto l’uomo, un 55enne, ad impiccarsi presso la sua abitazione di corso Garibaldi. In seguito alla separazione dalla moglie, dalla quale aveva avuto due figlie, e alla morte della madre, l’uomo aveva iniziato a soffrire di crisi depressive, stando al racconto dei condomini.

A ottobre avrebbe dovuto lasciare l’alloggio da portiere in cui abitava e giorni fa i proprietari della casa avevano fatto un sopralluogo per metterla in vendita.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing