Brindisi, le ultime parole di Melissa rivolte al medico, prima di morire

Melissa, la studentessa di 16 anni morta durante il tragico attentato che si è consumato davanti alla scuola di Brindisi lo scorso sabato mattina, se n’è andata con un interrogativo che ancora risuona nella testa del medico che l’assisteva in ambulanza, subito dopo i primi soccorsi.

A raccogliere la toccante testimonianza, è il quotidiano Il Mattino, che scrive: “Gli occhi della ragazza erano fari accesi nel volto incenerito, erano pozzi grandi e profondi di paura, e lei li ha dilatati così che raccogliessero tutto il suo stupore, e li ha piantati negli occhi del dottore che l’assisteva in ambulanza, e ha detto «mi chiamo Melissa», e ha chiesto «che è successo?», e poi si è addormentata”.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing