Provenzano, tentato suicidio: solo una messinscena?

A distanza di alcune ore dalla notizia del tentato suicidio ad opera di Bernardo Provenzano, il boss mafioso che in carcere a Parma in regime di 41bis, avrebbe tentato di soffocarsi con un sacchetto di plastica (in merito al quale sarebbero stati avanzati vari quesiti dal suo legale), il dubbio che il gesto possa essere stato solo frutto di una messinscena si fa sempre più forte.

In base a quanto rivelato da alcune fonti del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, il boss avrebbe infatti solo simulato di togliersi la vita. In base alle recenti perizie, Provenzano sarebbe in grado in grado di intendere e di volere e lui da giorni avrebbe cercato di dimostrare la sua pazzia.

Quando, nella notte, l’addetto alla sorveglianza si è avvicinato, Provenzano avrebbe messo la testa dentro un sacchetto di plastica usato per tenere i farmaci.  Mercoledì il detenuto diceva di non riuscire a sedersi e di non trovare la sedia.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing