Terremoto Emilia: nuova scossa di 4.2 gradi. Le vittime salgono a 10

Sono salite a dieci le vittime del forte sisma che questa mattina ha colpito nuovamente l’Emilia Romagna. Dopo le due a Mirandola, una per il crollo della sua abitazione e l’altra in quello di un capannone industriale, due a San Felice sul Panaro, una a Concordia e una a Finale Emilia, se ne aggiungono altre quattro, tra cui una donna a Cavezzo, sepolta dalle macerie del Mobilificio Malavasi. Morto anche il parroco di Carpi, in seguito al crollo del Duomo, in base alle ultime notizie diffuse dai vigili del fuoco.

Anche il numero dei feriti continua a salire: due, di cui uno molto grave, a Castelvetro piacentino, nel deposito di stagionatura formaggi Aimi, in seguito alla caduta di un ingente quantitativo di forme di grana padano dagli scaffali. Altri cinque feriti anche in provincia di Mantova, in base a quanto riferito dal presidente della Lombardia, Roberto Formigoni.

Poco prima di mezzogiorno, inoltre, si è registrata una nuova scossa di magnitudo 4.2, profondità 1,2 km, con epicentro a Mirandola.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing