Terremoto, trema il Nord Italia: altre due scosse di 5.1 e 4.1 gradi

La terra continua a tremare ed il Nord Italia sprofonda nuovamente nel panico dopo il forte sisma delle 4:04 di magnitudo 6 che questa mattina ha colpito l’Emilia Romagna provocando morti, feriti e gravi danni agli edifici.

Una nuova scossa di terremoto, questa volta di magnitudo 5.1 è stata avvertita alle ore 15:18 in tutto il Nord Italia, fino a Bolzano, Ancona e Senigallia. La nuova scossa ha provocato il crollo di un’altra parte del municipio già ampiamente distrutto dal sisma della mattinata a  Sant’Agostino, in provincia di Ferrara. Il nuovo sisma è stato avvertito anche a Bologna e ha avuto una profondità di soli 4,7 chilometri, verificandosi tra le province di Bologna e Ferrara.

L’area dell’epicentro, è stata localizzata tra i comuni di Galliera, nel bolognese, Bondeno, Mirabello, Poggio Renatico e Vigarano Mainarda, nel ferrarese. Numerose le segnalazioni anche a Milano, dove il sisma sarebbe stato avvertito soprattutto ai piani alti degli edifici.

A distanza di tre minuti dalla nuova scossa, alle ore 15:21, una replica di intensità minore ma comunque molto forte, di magnitudo 4.1 della scala Richter, in base ai dati diffusi dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing