Brindisi, Vantaggiato: convalidato il fermo. “Interrogatorio drammatico”

TopNotizie.it 10 giugno 2012 0

E’ stato convalidato ieri dal gip del tribunale di Lecce,  Ines Casciaro, il fermo di Giovanni Vantaggiato, l’uomo 68enne che avrebbe confessato l’attentato avvenuto a Brindisi, lo scorso 19 maggio, di fronte alla scuola Morvillo Falcone, durante il quale ha perso la vita la giovane Melissa Bassi, studentessa della stesso Istituto. Nei confronti dell’uomo, è stata così emessa un’ordinanza di custodia in carcere. Nei suoi confronti, è stata confermata anche l’ipotesi di reato di strage in concorso con finalità di terrorismo.

L’interrogatorio per l’udienza di convalida, durato circa tre ore, ha visto la presenza del gip Ines Casciaro, del sostituti procuratore Guglielmo Cataldi e Milto De Nozza, e del legale dell’uomo, Franco Orlando. L’attentatore, per motivi di sicurezza è stato interrogato in un locale vicino all’ufficio matricola del carcere di Lecce.

L’avvocato di Vantaggiato, in merito all’interrogatorio ha commentato: “E’ stato in alcuni momenti drammatico, il pensiero per la ragazza morta, per le ragazze rimaste ferite, e in particolare un pensiero per la sua famiglia alla quale ovviamente rimane molto vicino”. L’uomo, avrebbe inoltre manifestato l’intenzione di scrivere alla famiglia di Melissa Bassi.

In sede di interrogatorio, Vantaggiato sarebbe rimasto sulle sue posizioni iniziali, in base alle quali non ci sarebbero complici o mandanti.





CONDIVIDI!

-:382

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing