Costa Concordia, diverse le anomalie: scatola nera in avaria 4 giorni prima del naufragio

TopNotizie.it 3 luglio 2012 0

foto dal web

Dopo sei mesi dal tragico naufragio della nave da crociera Costa Concordia, emergono dati racappriccianti in merito ai sistemi di sicurezza dell’imbarcazione, come riferito dal quotidiano Il Corriere della Sera. In base al lavoro dei periti, è infatti emerso che alcuni sistemi di controllo non erano perfettamente funzionanti. Nello specifico, la nave viaggiava con le porte stagne aperte e con mappe non “approvate”. Inoltre, già quattro giorni prima del tragico incidente, la scatola nera era in avaria.

Quest’ultima sarebbe l’anomalia più grave, che ha impedito anche l’analisi del naufragio nei minimi dettagli, considerando anche che a partire dalle 23:36 dello scorso 13 gennaio, nessun dato è stato più registrato dalla scatola nera della Concordia.

Tali mancanze, hanno reso difficoltoso il lavoro dei periti incaricati dal giudice di Grosseto e chiamati a ricostruire quanto accaduto e, nel dettaglio, mancherebbero informazioni certe relativamente alle fasi cruciali dell’incidente e soprattutto all’abbandono della nave, di cui manca ogni tipo di registrazione.

Infine, stando al contenuto delle mail acquisite dal pubblici ministeri che indagano sulla condotta del comandante Francesco Schettino, ci sarebbe stata una segnalazione di guasto il 10 gennaio e, in base ad accordi presi con la ditta di manutenzione, la riparazione sarebbe dovuta avvenire solo il 14 gennaio, dopo l’arrivo della Concordia al porto di Savona. Peccato però che il 13 gennaio la nave terminò il suo viaggio, in modo tragico, al largo dell’Isola del Giglio.





CONDIVIDI!

-:382

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing