Imu, fino all’80% in più sulla seconda rata per chi affitta

I proprietari di immobili in affitto che hanno deciso di pagare l’Imu in due rate e che si troveranno a settembre a pagare la seconda tranche, otterranno una brutta sorpresa: aumento di imposta rispetto all’acconto, fino all’80%.

E’ quanto si legge sul Corriere.it, in seguito ad i dati resi noti dall’Ufficio studi della Confedilizia. Proprio il segretario generale di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, ha commentato: “L’effetto per le locazioni è fortemente scoraggiante. C’è il rischio che si tengano le case sfitte”. O, in alternativa, come sottolinea anche il Corriere, i canoni in scadenza verranno gravati di importanti aumenti.

La maggiore stangata riguarderà in particolare alcune città italiane, tra cui Roma, Napoli e Perugia dove per la seconda rata si applicherà l’aliquota del 10,6 per mille, rispetto al 7,6 per mille dell’aliquota decisa dallo Stato, con un conseguente aumento del 79%. Le città in cui la seconda rata costerà di meno sono invece Milano, Triste e Torino.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing