Prandelli: “Siamo un Paese vecchio, con tante cose da cambiare”

TopNotizie.it 2 luglio 2012 0

All’indomani della finalissima di Euro 2012, che ha visto protagonista l’Italia, battuta per 4-0 dalla Spagna (per la seconda volta consecutiva campione d’Europa), il ct della Nazionale Cesare Prandelli ha voluto esprimere il proprio pensiero sul nostro Paese: “Siamo un Paese vecchio, con tante cose da cambiare. Noi siamo venuti qui per cambiare, per perseguire un’idea senza farci condizionare dal risultato”.

Ha poi proseguito: “C’è la volontà da parte nostra di coinvolgere tutte le componenti. Bisogna avere una sensibilità nei confronti della Nazionale, quando dico che non frega niente a nessuno è la verità, poi dopo ci sono tutti. I famosi stage erano un modo per cercare di valorizzare il lavoro dei club, noi possiamo verificare i giovani e così si crea un movimento, si crea la voglia di interagire”.

Nel corso della conferenza stampa, Prandelli è poi tornato sulla sua decisione relativa alla presenza o meno da parte sua alla guida della Nazionale: “Sono sincero quando parlo di progettualità, ho rispetto per la Figc, noi abbiamo la voglia di costruire qualcosa ma se tra sei mesi i problemi non saranno risolti, se devo allenare una squadra che in otto mesi fa due allenamenti una riflessione la farò”.

Infine, un commento anche in merito all’ultima partita di ieri sera: “Forse nell’ultima partita avrei dovuto avere un po’ di coraggio nel rivoluzionare la squadra ma sarebbe stata una mancanza di rispetto e di riconoscenza nei confronti di chi mi aveva portato alla finale”.





CONDIVIDI!

-:434

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing