Roberto Formigoni indagato con l’accusa di “corruzione transnazionale”

Il governatore della regione Lombardia, Roberto Formigoni, indagato per corruzione, con l’aggravante della transnazionalità, nell’ambito dell’inchiesta sulla Fondazione Maugeri di Pavia, ha ricevuto dalla Procura di Milano l’avviso di garanzia e l’invito a comparire in riferimento ai fatti commessi nel capoluogo lombardo e all’estero dal 2001 al novembre 2011.

Dopo una serie di indiscrezioni e dopo essere stato già iscritto lo scorso 14 giugno nel registro degli indagati (nonostante Formigoni avesse in passato smentito l’apertura del fascicolo a suo carico), il procuratore capo di Milano, Edmondo Bruti Liberati ha ufficializzato la notizia tramite una nota.

Le accuse, come già anticipato, a carico del governatore della Lombardia, sono quelle di corruzione con l’aggravante della transnazionalità nell’ambito dell’inchiesta sui presunti fondi neri creati attraverso la Fondazione Maugeri. Cadrebbe invece l’accusa di finanziamento illecito per mezzo milione di euro ricevuto per le elezioni regionali del 2010.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing