Spending Review: possibile rischio speculazione sull’IVA

Anche Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC) si è voluto esprimere sui temi bollenti degli ultimi giorni che riguardano l’economia del nostro Paese: “Il balletto dell’IVA, la cui aliquota secondo le intenzioni del Governo Monti dovrebbe salire di due punti percentuali a luglio 2013 per poi ridursi di un punto a partire da gennaio 2014, sarà un’ottima occasione per gli speculatori”, afferma.

Per Dona, quella che si prospetta potrebbe diventare una situazione rischiosa, e ne spiega i motivi: “E’ una buona notizia, da quanto apprendiamo, che l’IVA non sarà aumentata durante l’anno in corso, ma ci sembra irragionevole prevedere un aumento di due punti per sei mesi e poi una riduzione di un punto a breve distanza: i prezzi dei beni di largo consumo seguiranno un andamento schizofrenico e c’è da scommettere che a gennaio 2014 nessun prodotto segnerà una riduzione di prezzo”.

L’attenzione è sempre rivolta, chiaramente, al cittadino, ed in merito conclude Dona: “Sarebbe invece auspicabile un aumento più contenuto, magari anticipato di qualche mese, se si vuole scongiurare che al necessario sacrificio di tutti i cittadini si sovrappongono le speculazioni di produttori e commercianti scorretti che, lucrando indebitamente sui prezzi, avranno come effetto di accrescere la sfiducia dei consumatori nel mercato”.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing