Unioni Civili: anche Milano ha il suo registro

Anche Milano avrà un proprio registro delle unioni civili. E’ questo il risultato raggiunto al termine di una lunga seduta durata oltre 11 ore e che ha portato nella notte all’istituzione del registro, con 27 voti a favore, 7 contrari e 4 astenuti. Tra i contrari, la maggioranza dei consiglieri del Pdl e quelli della Lega Nord, che hanno definito il registro “una bandierina di Pisapia per la comunità gay”.

Intanto, il primo cittadino del capoluogo lombardo, Giuliano Pisapia, ha espresso in aula enorme soddisfazione per il risultato raggiunto, commentando in merito: “E’ una bella giornata per Milano. Abbiamo fatto un passo avanti nella direzione di una città più rispettosa delle scelte di tutti”. “Sono convinto che questo sia anche uno stimolo per il Parlamento per prendere finalmente in esame e concludere l’iter legislativo, che è iniziato troppo volte ma non è mai arrivato a termine, per il riconoscimento delle coppie di fatto”, ha poi aggiunto Pisapia.

In aula erano presenti anche alcuni rappresentanti delle associazioni Lgbt, anche loro soddisfatti del risultato. Marco Mori, presidente di Arcigay Milano ha così commentato: “D’ora in poi le coppie di fatto nelle delibere comunali saranno parificate a chi è sposato. C’è voluto più tempo del previsto, ma il voto di questa notte è un segnale importante”.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing