Doping, Alex Schwazer sospeso dall’Arma dei Carabinieri

“Volevo tutto e ho perso tutto”. Con queste parole Alex Schwazer è riuscito a riassumerne alla perfezione le conseguenze drammatiche derivanti dalla vicenda che lo ha visto coinvolto negli ultimi giorni, relativa alla notizia della sua esclusione dai giochi olimpici di Londra 2012, in seguito ai risultati positivi al test antidoping.

Non sono bastate le lacrime versate nel corso del servizio del Tg1 e della lunga conferenza stampa alla presenza dei numerosi giornalisti, che si è tenuta ieri in mattinata e durante la quale Alex ha nuovamente ricapitolato, introducendo nuovi elementi al racconto, quanto effettivamente aveva fatto nelle ultime settimane.

Oltre alla fine della sua carriera sportiva, per Alex è giunto, poche ore fa, anche un altro doloroso fallimento con il quale dovrà fare i conti: è stato sospeso dall’Arma dei Carabinieri. Il provvedimento è stato notificato allo stesso marciatore su disposizione del Comando generale. Dopo aver trascorso due ore e mezzo nella caserma di Bologna presso la quale prestava servizio, in occasione di un colloquio, Schwazer è poi uscito da un ingresso laterale per evitare telecamere e cronisti, presenti fuori dal cancello principale.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing