Yemen, Spadotto al telefono rassicura di stare bene. Ha subito maltrattamenti

Alessandro Spadotto, il carabiniere friulano di 29 anni, rapito domenica scorsa a Sanaa, capitale dello Yemen, dopo quattro giorni di prigionia si è fatto sentire con una telefonata ripresa dall’emittente satellitare pan-araba al-Arabiya, nella quale ha rassicurato circa le sue condizioni di salute.

Il giovane ha affermato di stare bene, nonostante l’ammissione di aver subito maltrattamenti nella prima fase del sequestro, nello specifico durante il trasferimento verso la provincia orientale di Maarib, in uno dei cui villaggi si troverebbe attualmente in attesa di essere rilasciato.

Stando a quanto dichiarato ieri dai rapitori in una telefonata all’agenzia yemenita Maareb Press, tra oggi e domani Spadotto dovrebbe essere rilasciato.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing