Delitto di Lignano, Ilaria Cavo e altri tre inviati italiani, arrestati a Cuba. Processo per direttissima nel pomeriggio

TopNotizie.it 29 settembre 2012 0

Ilaria Cavo, giornalista Mediaset e inviata di VideoNews, insieme all’operatore Fabio Tricarico, al cronista del Messaggero Veneto Domenico Pecile e al fotoreporter del Corriere della Sera Stefano Cavicchi, nella giornata di ieri sono stati fermati dalle autorità locali, mentre si trovavano a Cuba, nelle vicinanze di Camaguey, dove si erano recati al fine di realizzare un reportage sul tragico delitto di Lignano per la trasmissione Domenica Live.

A raccontare quanto accaduto, è stato Stefano Cavicchi, fotoreporter del Corriere della Sera che, raggiunto telefonicamente da TgCom24 ha asserito: “Ieri mattina sei uomini ci hanno sequestrato dalla casa di Reiver Laborde Rico, il giovane 24enne ritenuto complice dagli inquirenti italiani della sorella Lisandra, rea confessa del duplice omicidio di Lignano. Hanno fatto irruzione nell’appartamento e hanno ripulito le schede di tutto il girato fatto”.

In base alle ultime notizie, i quattro inviati italiani sarebbero stati rilasciati dopo alcune ore dal loro arresto, e sarebbero in attesa del processo per direttissima che dovrebbe svolgersi a partire dalle 15:00, ore italiane. Sempre Cavicchi ha raccontato: “Ora siamo a Camaguey, un paese di 300mila abitanti. Dopo 12 ore di interrogatorio, due ore fa, siamo stati riaccompagnati nei rispettivi hotel. Adesso saremo sottoposti a una specie di processo, non so cosa succederà. Ci hanno portato via i passaporti e hanno cancellato filmati e fotografie dalla memoria di macchine e telecamere. Alle nove (le 15 in Italia) torneremo nel palazzo del ministero dell’Interno dove ci diranno la nostra sorte”.

Da fonti vicine alla giornalista Mediaset, sembra che il motivo del loro arresto sia avvenuto in seguito al possesso di un visto turistico pur trovandosi a Cuba per motivi di lavoro.

Claudio Brachino, direttore di Videonews, dopo aver appreso la notizia ha dichiarato: “Ilaria non ha fatto nulla di illegale. Stava tornando a L’Avana, dopo aver realizzato una parte del reportage, quando è stata fermata dalle autorità locali. Ha realizzato interviste assolutamente lecite”.





CONDIVIDI!

-:363

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing