Processo Ruby, Emilio Fede: “Ruby? L’ho trovata brutta e aveva un cattivo odore”

TopNotizie.it 3 dicembre 2012 0

Anche Emilio Fede è intervenuto in merito al discusso processo Ruby che lo vede coinvolto insieme a Silvio Berlusconi, Lele Mora e Nicole Minetti. Nel corso dell’udienza, il giornalista ed ex direttore del Tg4 ha così parlato di quello che accadeva nel corso delle famose serate ad Arcore dove, a sua detta, non avvenivano né toccamenti né trasgressioni: “Erano cene, occasioni conviviali normali, una volta a una ragazza volò via il reggiseno mentre ballava, Berlusconi disse ai camerieri di darle qualcosa per coprirsi. Alcune ragazze si esibivano in spettacoli di burlesque. Una, ricordo, indossava una maschera di D’Alema”.

Poi, in merito a Ruby, Fede ricorda di averla conosciuta nel 2009 a un concorso di bellezza a Letojanni, in Sicilia, e di non averla mai più rivista prima del 14 febbraio 2010. Il successivo incontro, avvenne nella casa dell’ex presidente del Consiglio anche se, come ha specificato Emilio Fede, “Ad Arcore non è certamente venuta con me, l’ha portata Lele Mora”.

Ma su Ruby, Fede ha approfondito asserendo ancora, in risposta all’avvocato Niccolò Ghedini e del presidente del collegio Giulia Turri: “L’ho trovata brutta, aveva un cattivo odore e, mentre ballava la danza del ventre, faceva le bollicine masticando la gomma. Non era una persona che mi interessava, di lei non mi interessavo, la trovavo inadeguata fisicamente…”.

E sul punto relativo all’età della ragazza marocchina: “A prima vista certamente non mi sembrava minorenne. Lei diceva di avere 24 anni e di essere egiziana… Io comunque ero incuriosito in senso negativo, mi procurava un fastidio visivo”.





CONDIVIDI!

-:611

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing