Raffaella Fico presenta la figlia Pia e su Balotelli: “E’ un irresponsabile”

Dopo la notizia della sua gravidanza che ha popolato le pagine di numerosi giornali di gossip, a destare interesse sul versante della cronaca rosa è stata, di recente, la nascita della piccola Pia, figlia della showgirl Raffaella Fico e, presumibilmente, del calciatore Mario Balotelli. La stessa Raffaella, raggiante e con la piccola in braccio, ha deciso di presentare al mondo interno la figlia tanto voluta, concedendo un’esclusiva al settimanale Chi, sul quale ha poi rilasciato una lunga intervista dedicando dure parole a SuperMario Balotelli, presunto padre di Pia.

“Mario è un irresponsabile, non si è più interessato a noi. Farò lo stesso il test del Dna per dimostrare al mondo che Pia è sua figlia”, ha dichiarato in merito la showgirl sulle pagine del settimanale diretto da Alfonso Signorini, per poi aggiungere: “Lui vale più della Gioconda di Leonardo da Vinci, ma per sua figlia non ha sborsato un centesimo. Mario per me è un irresponsabile. A un certo punto non si è più interessato di niente, né di me, né di nostra figlia. Fino a prova contraria lui con me si doveva sposare. Questo era il nostro progetto, la nostra volontà. All’improvviso è crollato tutto e non so perché”.

Non si dà pace, dunque, la neo mamma Raffaella la quale ha raccontato che l’attaccante del Manchester City ancora non ha voluto incontrare la bimba. Poi, il racconto del parto: “Ho iniziato a sentire le prime contrazioni alle tre del pomeriggio, ma abbiamo chiamato il mio ginecologo solo alle sei. Lui si era raccomandato di chiamarlo solo quando ero sicura di non farcela più, per sfruttare al massimo la tranquillità di casa mia. Alle sei non ho resistito e mi sono precipitata in clinica. Avevo scelto il parto pilotato tramite l’epidurale, ma, quando sono arrivata in ospedale, ero già pronta a partorire. Il tempo di salire in camera e mi hanno portato in sala parto: dopo un quarto d’ora Pia è nata. Al parto hanno assistito mia mamma e mio fratello, che ha ripreso tutto con la telecamera. Gliel’ho chiesto io”.

Infine: “A Mario ho mandato messaggi dalle 15, quando sono iniziate le prime contrazioni, fino alle 18,30, quando sono entrata in sala parto. Sono uscita e gli ho rimandato i messaggi, subito dopo che Pia era nata. Solo a mezzanotte e mezza suona il mio telefono. ‘Mario?’. ‘Eh?’, mi dice. ‘Io ho partorito’. Ah, ok. A me non interessa’. E ha riappeso. È stata l’ultima volta che l’ho sentito”.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing