Afghanistan: il ministro Mauro,”L’Italia intende rimanere un partner affidabile”. Arrestato l’autore dell’attentato

Giulia Calchetti 12 giugno 2013 0
Foto Ansa

Foto Ansa

Arrestato l’autore dell’attentato dello scorso sabato in Afghanistan, in cui ha perso la vita il capitano Giuseppe La Rosa e dove sono rimasti feriti altri militari. Il responsabile del gesto è un ragazzo di venti anni, a comunicarlo il ministro della Difesa Mario Mauro intervenendo a Montecitorio: l’uomo, di circa 20 anni, si chiama Walick Ahmad, ed avrebbe reso “piena confessione” assumendosi “la responsabilità” dei due atti, che sostiene di aver messo a segno “non in concorso con altri”.

A fare luce sulla vicenda sarà comunque la magistratura. Due dei feriti saranno domani in Italia: il maresciallo ordinario Dario Chiavello, che ha riportato “un trauma acustico con ipoacusia”, e il maresciallo capo Giovanni Serio, “ferito da schegge agli arti inferiori”. Il capitano Michele Buccelli, invece, che riportava “escoriazioni al volto”, e’ già tornato in servizio.

Per quanto riguarda il ritiro delle nostre truppe in Afghanistan, il ministro Mauro ha dichiarato: “Contribuire alla sicurezza internazionale significa contribuire alla sicurezza del nostro Paese. L’impegno dell’Italia per la gestione delle crisi internazionali – ha affermato il ministro – è un pilastro fondamentale per la politica estera e difesa del nostro Paese. È nel nostro interesse concorrere alle decisioni della comunità internazionale, ed e’ anche un nostro diritto perché le conseguenze di queste scelte ricadono sul nostro Paese. L’Italia – conclude – ha un dovere di serietà e lealtà nell’ambito delle relazioni internazionali, a cui non si può venir meno se non pagando un altissimo prezzo; ma intende rimanere un partner affidabile”. 

Dal ministro è stata espressa “profonda amarezza” per l’aula della Camera vuota durante la sua informativa.





CONDIVIDI!

-:634

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing