Raffaele Sollecito e la lunga lettera a TgCom24: la sua versione dei fatti

TopNotizie.it 30 giugno 2013 0

Amanda Knox and Raffaele Sollecito Win Their Appeal Against Their Conviction For The Murder Of Meredith KercherLa Redazione di TgCom24, ha ricevuto e pubblicato una lunga lettera scritta da Raffaele Sollecito, il ragazzo condannato in primo grado, assolto in secondo grado, assoluzione cassata dalla Corte di Cassazione e ora in attesa del nuovo processo d’appello per il delitto di Meredith Kercher, avvenuto nell’ottobre del 2007 e meglio noto come il delitto di Perugia. In questa lettera, Sollecito fornisce la sua verità in merito a quanto accaduto e alla sentenza di primo grado con cui fu condannato a 26 anni con la grave accusa di omicidio. A seguire, il testo integrale della lettera pubblicata oggi da TgCom24.

“C’era una volta Amanda e Raffaele, lei studentessa americana di lingue e lui informatico a Perugia. Si incontrano ad un concerto di musica classica e si innamorano uno dell’altra … il 25 ottobre 2007 no aspetta, così è troppo noiosa … Facciamola più intrigante vediamo un po’ .. ecco! L’accusa trova un pazzo ubriacone e spacciatore di cocaina kokomani dopo un anno e la storia diventa: Amanda e Raffaele si conoscono ad agosto, non si sa come e non si sa quando, ed un giorno, al bar dove kokomani si ubriacava, lo zio di Amanda, venuto dall’America non si come e non si sa quando, presenta i due fidanzatini (in procinto di sposarsi direi a questo punto) all’ignaro Kokomani (che magari si aspettava di fare il testimone di nozze) e precisa, SOTTOLINEANDO, che lui è lo Zio di Amanda e i due ragazzi sono Amanda e Raffaele (famosissimi all’epoca d’altronde)…

Mmmm … vabbè dai non è il massimo ma almeno così diventa più interessante, non fa niente che non c’è riscontro a nulla di tutto questo tanto è un film … ok andiamo avanti … Raffaele ha una casa in affitto da solo in Corso Garibaldi che è a 5 minuti circa a piedi da via della Pergola, dove Amanda abitava con altre coinquiline: Meredith, Filomena e Laura. I due passano molte giornate insieme, si coccolano, si divertono, fanno escursioni nei paesi vicini a Perugia ed un paio di volte mangiano a casa di Amanda con le altre coinquiline a pranzo. Vivono delle giornate entusiasmanti e sorridono ogni volta che si guardano negli occhi … Il giorno di Halloween, 31 ottobre 2007, Amanda va a lavorare al pub di Patrick Lumumba, così Raffaele lavora alla sua tesi e poi si ritrovano la sera sul tardi … per poi stare insieme come sempre, prendendosi cura uno dell’altra …

Uff! Che palle! Dacci un pò di adrenalina a stò film che cavolo! … ok ok … arriva un giorno un barbone eroinomane e super-testimone seriale portato dall’accusa che dice di aver visto Amanda e Raffaele in Piazza Grimana, una villetta a pochi passi di via della Pergola, a discutere animatamente, non si sa di cosa e non si capisce di che giorno parla, ma è successo alle 9:00 di sera fino alle 11:30 circa. Non fa niente che quelle sere tra fine ottobre e novembre a Perugia si crepava di freddo, non fa niente che Raffaele ha una casa libera dove può fare che cavolo gli pare, ma secondo il barbone eroinomane e testimone seriale, i due stavano tre ore sotto la pioggia (se si parla della sera 1° novembre 2007) e il freddo non si sa a discutere di cosa … In più il barbone eroinomane e super-testimone seriale di omicidi (il suo nome è Curatolo), dice che quando è tornato in piazza Grimana, i due fidanzatini litigiosi non c’erano più e ha visto degli autobus che portavano alle discoteche che caricavano ragazzi … Non fa niente che il 1° novembre non c’era nessun autobus al mondo perché le serate in discoteca erano la notte di Halloween 31 ottobre 2007 … Per il Pubblico Ministero Giuliano Mignini Curatolo è attendibile, anche perché l’eroina non provoca allucinazioni, mentre la cannabis si.

In realtà i due fidanzatini passarono la sera e la notte a casa di Raffaele, visto che era libera ed avevano avuto una settimana intensa di impegni. Il 1° novembre, in particolar modo, Amanda doveva andare a lavorare al pub di Patrick, ma siccome la serata era abbastanza tranquilla, lui non aveva più bisogno di Amanda e, dopo che un’amica di Raffaele passò a disdire il suo bisogno di essere accompagnata alla stazione degli autobus, improvvisamente i due fidanzatini ebbero la serata libera e passarono il tempo a guardare il film: “il favoloso mondo di Ameliè”, poi mangiarono pesce, Amanda leggeva Harry Potter in tedesco a Raffaele e fecero l’amore tutta la notte …

Il Giudice di Primo Grado, Giancarlo Massei prese in pieno la versione del barbone eroinomane, super-testimone seriale Curatolo … Dai Giancarlo ancora non siamo soddisfatti! Forza! Sti due fidanzatini ci stanno abbottando i coglioni! Sei tutti noi!…

Secondo la ricostruzione del Giudice Giancarlo Massei, che condannò Amanda e Raffaele rispettivamente a 25 e 26 anni di reclusione, le cose andarono così: Amanda e Raffaele, dopo essere stati 3 ore al freddo sotto la pioggia, la sera del 1° novembre 2007, si avviano a casa di Amanda in via della Pergola e vanno subito in camera di Amanda (che era più piccola della cella di Raffaele quando era in carcere) e cominciano a fare l’amore per rompere le scatole a Meredith che nell’altra stanza stava a leggere un libro … Non fa niente che un gruppo di più di 5 persone rimasero con una delle due macchine in panne davanti alla villetta di via della Pergola durante quelle ore aspettando un carro attrezzi, hanno testimoniato, ed hanno dichiarato che non hanno visto passare nessuno …

Scusate, ma perché Amanda e Raffaele non sono andati a casa di Raffaele che era libera e non davano fastidio a nessuno? … Dai! che stai a vedere tutti questi inutili dettagli, facci vedere un po’ di fuochi d’artificio! Forza Giancarlo!

Il Giudice Massei continua: ad un certo punto della serata, mentre i due stavano in camera di Amanda a fare sesso, improvvisamente bussa alla porta uno sconosciuto … Amanda si riveste e si alza, va alla porta e chi trova? … Rudy Guedé, un ragazzo di colore che non conosceva nessuno se non i ragazzi del piano di sotto ed aveva visto una volta Amanda e Meredith di sfuggita ma non aveva mai visto in vita sua Raffaele, che si trovava a passare da quelle parti e … GLI SCAPPAVA DA C…ARE …

Ma come?! Ma che trama è questa?! Dove cavolo si è visto che la gente va in giro a bussare alle porte perché gli scappa da c…re? … Dai Giancarlo non ci deludere! Ma il Giudice Massei non delude: … nel frattempo Amanda apre la porta al povero nero vittima del fascino stregante di Amanda e si accomoda per andare … a c…re … e Amanda, come se nulla fosse, torna in camera sua da letto e si toglie i vestiti di nuovo …

Ma perché Meredith in questa storia non poteva andare ad aprire lei che stava leggendo un libro? … Ah, no giusto! Altrimenti Amanda perde la parte di protagonista assoluta, avete ragione perdono … …

In pratica, secondo la ricostruzione del Giudice Giancarlo Massei la storia continua così: Mentre Amanda e Raffaele erano tornati a fare sesso, Rudy Guedé esce dal bagno, dopo che si è sentito delle canzoni con l’ipod, e viene letteralmente assalito dalle VIBRAZIONI SESSUALI che Amanda e Raffaele emanavano nel corridoio e nella casa …

Ca**o Giancarlo, questa si che è roba tosta! Manco Dario Argento ci sarebbe mai arrivato!! … “VIBRAZIONI SESSUALI” … c..o sei un genio!! Dammi il 5! … ma la parte bella deve ancora arrivare: Quando Guedè respira le VIBRAZIONI SESSUALI, improvvisamente viene come posseduto e decide che deve a tutti i costi avere un rapporto sessuale con Meredith … si avventura nella sua camera e, al rifiuto della stessa, perché poverino lui è brutto, entrano in azione Amanda e Raffaele. Amanda e Raffaele a quel punto non aiutano Meredith, che è loro amica, ma al contrario ed inaspettatamente, aiutano Rudy Guedé a violentare Meredith e poi finirla con dei tagli alla gola … Tutti e tre avevano coltelli: Rudy ha un passato da ladro e faceva furti in uffici e appartamenti con le stesse modalità con cui in realtà è entrato poi in via della Pergola ed inoltre è stato anche preso mentre dormiva in un asilo a Milano con un coltello nella borsa; Raffaele aveva un coltellino sempre in tasca da collezione: non fa niente che non lo ha mai usato per offendere nessuno in vita sua, non c’è nessuna traccia di altre persone sul suo coltellino e non ha mai fatto del male a nessuno … Amanda … E Amanda??? … Il Giudice Massei dice che ha usato un coltello da cucina enorme, preso da casa dello sfigato Raffaele e se lo è infilato nella borsa … Perché?? Perché … NON SI SA MAI (può sempre tornare utile un coltellaccio da 15 cm … ) … Massei dice. Ma la povera Meredith era di corporatura piccola, le sue ferite non sono così grandi e quel coltello avrebbe trapassato il suo collo per quanto è grande … Non c’è sangue su quel coltello e nemmeno il DNA di Meredith in quanto i risultati della scientifica sono totalmente inattendibili, non avendo rispettato i protocolli internazionali. Non ci sono tracce di candeggina, quello che dice la polizia scientifica sono ipotesi mai riscontrate …

Dai andiamo! Dettagli! Ma non ci sono tracce di Amanda e Raffaele sulla scena del crimine, ci sono solo quelle di Guedé, ovunque! Come è possibile che abbiano pulito, dove sono i segni della pulizia??!! Dai su non rompete! Sono ancora dettagli, fammi vedere sto film!

Su quel gancetto di reggiseno poi? Ci sono 5 profili diversi … tutti sul pezzo di ferro che fa parte del gancetto, non c’è nulla sulla stoffa; è stato preso circa 46 giorni dopo che la polizia scientifica ha fatto i rilievi e nel frattempo era intervenuta anche la polizia giudiziaria senza precauzioni anti-contaminazione ed ha messo a soqquadro l’intero appartamento. Non c’è nemmeno il profilo di Raffaele su quel gancetto; se si legge male quel miscuglio di tracce, si può trovare il DNA di chiunque.

La vogliamo finire con ste noie?!! Finiamo di vedere sto film!! Massei conclude: Non si sa perché Amanda e Raffaele hanno fatto la scelta di uccidere Meredith, ma dobbiamo prendere atto della loro scelta, LA SCELTA DEL MALE. Probabilmente sotto l’effetto di droghe, perché non le disdegnavano visto che hanno detto che hanno fumato uno spinello … Peccato che nessuno ha fatto i test per vedere se effettivamente Amanda e Raffaele abbiano usato droghe pesanti o siano abituati a bere molto. C…o! Figata! Hai fatto una fusione tra l’Esorcista e Arma Letale!!! Giancarlo sei il mio Mito!!!”

Raffaele Sollecito





CONDIVIDI!

-:4155

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing