Venerdì nero per i trasporti: sciopero proclamato dall’Unione Sindacale di base; previste agitazioni in alcune città

Giulia Calchetti 13 giugno 2013 0

sciopero-mi-trasportiGiornata nera quella di domani venerdì 14 giugno in cui è previsto uno sciopero nazionale dei mezzi di trasporto proclamato dall‘Unione sindacale di base (Usb). Ad aderire non sarà solo il trasporto pubblico locale, con modalità diversa da città a città, ma si fermerà anche il personale navigante e di terra di Alitalia, i lavoratori dell’Adf a Firenze e quelli di Linate a Milano. Lo sciopero si scaglia “contro il degrado complessivo del sistema dei trasporti” “causato dai tagli di bilancio, da piani industriali fallimentari, da privatizzazioni disastrose, dalla cronica mancanza di una politica nazionale del comparto”.

L’Unione sindacale di base “rivendica una politica di trasporti che garantisca: il mantenimento ed il rilancio del carattere pubblico delle compagnie e società; la compatibilità sociale e ambientale come servizio essenziale al Paese; la sicurezza dei mezzi per chi viaggia e chi lavora; l’efficienza e l’intermodalità per offrire nuove opportunità agli utenti e buona e sana occupazione per i lavoratori”. Previste, dunque, ventiquattro ore di agitazione.

Ecco le modalità previste nelle maggiori città italiane: Roma: disagi dalle 8.30 alle 17. 30 e dalle ore 20 fino a fine corse. Prevista, inoltre, dalle ore 10 una manifestazione presso sala Zamberetti nell’area tecnica dell’aeroporto di Fiumicino.

Milano: mezzi fermi dalle 8.00 alle 15.00 e dalle 18.00 fino a termine corse. I lavoratori della Sea si raduneranno al terminal 1 di Malpensa.

Torino: servizio garantito dalle dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 12.00 alle 15.00.

Bologna: disservizi dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 fino a fine servizio. Atteso un presidio sotto il palazzo Comunale contro la privatizzazione dei servizi pubblici, parallelamente alla mobilitazione dei lavoratori delle scuole materne.

Venezia: garantite le fasce orarie di servizio 6-8.59 e 16.30-19.29. Gli autoferrotranvieri e comitati si recheranno con l’automobile in città per protestare sotto la sede dell’Assessorato ai Trasporti della Regione.

Napoli: trasporti garantiti nelle fasce orarie 5.30-8.30 e 17.00-20.00. Alle 16.00 prevista assemblea pubblica presso la mensa occupata di via Mezzo Cannone.





CONDIVIDI!

-:1391

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing