Femminicidio: ogni due giorni e mezzo una donna viene uccisa

Giulia Calchetti 4 luglio 2013 0

femminicidioOgni due giorni e mezzo una donna viene uccisa. Questo è il dato allarmante della violenza sulle donne nella nostra Penisola, tema su cui si è discusso ieri mattina a palazzo Chigi nel corso di una conferenza stampa promossa dall‘Organizzazione nazionale sulla salute della donna (O.N.Da).

Dalla conferenza è emerso che, nel nostro Paese, sarebbero oltre sei milioni e 700mila le donne, in una fascia di età compresa tra i 16 e i 70 anni, che hanno subito abusi fisici o sessuali e circa un milione avrebbe subito stupri o tentati stupri. Dall’inizio del 2013 al 30 giugno, 65 sono stati i casi di femminicidio.

È emerso, inoltre, che la violenza domestica è la seconda causa di morte per le donne in gravidanza. Ed è proprio durante la gravidanza che ha inizio il 30% delle violenze, esponendo le donne al doppio del rischio di perdere il bambino che portano in grembo.

Il fenomeno colpisce le donne di tutto il mondo. Secondo l’Oms, a livello mondiale, questi sono i dati: il 35% delle donne è vittima di violenze e abusi da parte di estranei, il 38% lo è da parte del proprio partner. Il 33,9% delle donne che ha subito violenza per mano del proprio compagno e il 24% di quante l’hanno subita da un conoscente o da un estraneo non ne parla. Le principali conseguenze delle violenze si ripercuotono sulla salute mentale e sessuale e sulle capacità riproduttive.



CONDIVIDI!

-:860

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing