I Saldi sono iniziati e la crisi si sente: calo del 10%

saldi1 (1)Oggi sono partiti i primi saldi estivi ma la tendenza sembra essere sin dall’inizio la medesima del passato anno, almeno stando a quanto dichiarato dalla Fismo-Confesercenti sulla base di un primo sondaggio che ha riguardato i commercianti delle tre principali città italiane, ovvero Roma, Milano e Firenze. In una nota, si legge: “Si ha fiducia in una conclusione tutto sommato positiva della prima giornata”. Eppure, la crisi c’è e si sente. Basta guardare lo scontrino per constatare un calo del 10% rispetto al 2012 ed una maggiore attenzione nei confronti dei prezzi.

Di sicuro non si può parlare di un flop totale, ma neppure di una ripresa rispetto all’anno prima. A dare il loro contributo positivo, fortunatamente ci pensano i turisti. I commercianti per ora, parlano comunque di una spesa media di 100-150 euro, mentre si incontrano difficoltà a vendere capi appartenenti alla fascia di prezzo ‘premium’.

Relativamente ai saldi a Roma a monitorare la situazione è il Codacons che afferma: “Complice il bel tempo che ha spinto molti romani al mare, nel giorno di avvio dei saldi si sta registrando una diminuzione del numero di cittadini a caccia d’affari nelle vie dello shopping e nei centri commerciali”. Aggiunge ancora il Codacons: “Quantitativamente a Roma le riduzioni nelle vendite rispetto agli sconti estivi del 2012 variano dal 15 al 20% colpiti dal calo degli acquisti operato dai consumatori soprattutto i piccoli negozi e le periferie, mentre le boutique d’alta moda del centro tengono il passo rispetto agli anni passati, grazie soprattutto ai turisti stranieri, che risultano i più propensi a fare compere nel nostro Paese”.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing