Massimo Di Cataldo indagato per procurato aborto. Anna Laura: “La verità uscirà fuori”

Giulia Calchetti 23 luglio 2013 0

anna laura millacciMassimo Di Cataldo è indagato per i reati di maltrattamento e procurato aborto ai danni della sua compagna Anna Laura Millacci. La donna, qualche giorno fa, aveva fatto una denuncia pubblica postando sul suo profilo Facebook foto scioccanti del suo volto tumefatto e insanguinato. La procura ha proceduto d’ufficio e, in base a quanto si apprende, avrebbe acquisito la documentazione medica che attesta l’avvenuto aborto.

I due sono stati interrogati in Questura a Roma e ascoltati separatamente dal pubblico ministero Eugenio Albamonte, ma avrebbero fornito versioni diametralmente opposte rispetto a quanto avvenuto nell’ottobre dello scorso anno quando, a cause delle percosse, la donna afferma di avere abortito. In base a quanto accertato dagli inquirenti, testimone di quanto avveniva tra i due è la baby sitter della figlia della coppia, che verrà interrogata presto dagli investigatori.

Una perizia tecnica sarà fatta sulle foto, che al momento sono sparite dal profilo della donna. Il caso ha suscitato un gran polverone, con accuse da parte di Anna Laura e risposte da parte dell’uomo. Ha detto la sua anche la ex moglie di Massimo Di Cataldo, la quale ha dichiarato di voler rimanere fuori dalla questione. Non sono mancati i commenti da parte degli internauti, i quali hanno preso d’assalto soprattutto la pagina del cantante.

L’ultimo messaggio lasciato da Anna Laura risulta di domenica e recita così: “ Passata la tempesta uscirà fuori la verità che solo le autorità giudiziarie potranno stabilire al di là dei gossip, delle falsità o tentativi di difendere la facciata pubblica del cantante”. La donna, poi, spiega di aver pubblicato le foto sul social network perché quella era la sua unica possibilità per far capire la situazione a genitori e amici poiché, secondo quanto lei afferma, sono stati stati manipolati da Massimo Di Cataldo.





CONDIVIDI!

-:1564

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing