Nozze gay: la Gran Bretagna dice sì

regina-elisabettaDopo la Francia, anche la Gran Bretagna fa un grande passo verso l’uguaglianza dei diritti civili per ogni cittadino. Dalla prossima primavera, infatti, potrà celebrare le nozze tra le coppie dello stesso stesso. Il percorso parlamentare è stato lungo, ma ieri la legge sui matrimoni gay ha ottenuto il via libero grazie all’approvazione formale delle regina Elisabetta. La nuova legge permetterà di sposarsi sia con la cerimonia civile sia con quella religiosa.

Ad accogliere con entusiasmo la notizia, sono stati i quaccheri e l’ebraismo. ll rabbino Danny Rich, rappresentante di 40 sinagoghe in tutto il Paese, ha commentato al Daily Telegraph: “Mi congratulo con i parlamentari che hanno messo l’uguaglianza prima del pregiudizio. Non vediamo l’ora di celebrare il nostro primo matrimonio gay”. La chiesa cattolica e i musulmani invece hanno già rigettato la proposta criticandola con toni aspri. La chiesa cattolica si è espressa in merito con parole dure: “Il matrimonio ha perso significato.

Non è più l’unione tra un uomo e una donna per la procreazione dei figli. Hanno deciso che adesso deve essere qualcosa di diverso di ciò che è stato per tutta la storia dell’umanità”, ha criticato Dave Landrum, direttore di Evangelical Alliance. La chiesa d’Inghilterra e quella del Galles, anche loro contrarie, sono escluse per legge per evitare di trovarsi in cause per discriminazione e violazione dei diritti umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing