Pescara: esplode fabbrica di fuochi d’artificio, 1 morto, 8 feriti e 3 dispersi

Giulia Calchetti 25 luglio 2013 0

esplosione_pescaraTragica esplosione quest’oggi in una fabbrica di fuochi d’artificio nel pescarese a Picciano, vicino Città Sant’Angelo. Un morto, 8 feriti e tre dispersi, è questo il bilancio, ancora provvisorio, delle due esplosioni. La vittima, stando alle dichiarazione di Enzo Marinelli, capitano della compagnia dei carabinieri di Montesilvano, è Alessio Di Giacomo, il figlio ventenne del proprietario della fabbrica. Il ragazzo è stato soccorso dopo la prima esplosione dal personale del 118. Nonostante gli fosse stato detto di stare lontano dalla zona interessata al boato, lui ha comunque voluto raggiungere l’area, dove è stato investito dalla seconda esplosione.

I dispersi sono il padre di Alessio – Mauro Di Giacomo, 45 anni -, il fratello di Mauro – Federico, 39 anni – e un parente – Roberto Di Giacomo, 50 anni. In ospedale si trova un altro figlio del titolare, Gianmarco Di Giacomo. Tra le vittime risulta un vigile del fuoco, colpito dalle macerie della seconda esplosione. Secondo i soccorritori, ci sono poche probabilità di ritrovare i dispersi ancora in vita.

È stata, però, fortunatamente ritrovata l’anziana signora di 92 anni, in un primo momento data per dispersa. Si tratta della nonna di Alessio, che si trovava in un’ala che ha resistito all’esplosione. Con lei la badante, anch’essa portata in salvo. La Procura di Pescara, riferisce il procuratore aggiunto Cristina Tedeschini, ha aperto un fascicolo per incendio colposo, disastro colposo e omicidio colposo forse plurimo, visto che ci sono tre dispersi. L’area è stata sottoposta a sequestro.





CONDIVIDI!

-:646

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing