Treno deragliato in Spagna: indagato il macchinista

Giulia Calchetti 26 luglio 2013 0

trenoIndagato Francisco Josè Garzon Amo, il macchinista del treno deragliato a Santiago De Compostela mercoledì sera. Una tragedia che ha causato 80 morti e oltre 140 feriti. Al momento il macchinista è stato messo sotto inchiesta dalla magistratura spagnola.

Un tribunale di Santiago ha infatti ordinato alla polizia di interrogare Francisco Jose Garzon che ha ammesso che stava guidando il treno ad una velocità di 190 chilometri all’ora in una curva dove la velocità massima consentita è di circa 80 chilometri orari. Il macchinista, con 30 anni di esperienza alle spalle, non è la prima volta che supera i limiti di velocità consentiti. Secondo quanto riportato da El Pais, Garzon, qualche mese fa, si è vantato della velocità raggiunta dal treno che guidava, pubblicando su Facebook una foto del tachimetro che segnava circa 200 km/h.

Il sindacato dei macchinisti, intanto, ha denunciato il fatto che il tratto di ferrovia dove si è verificato l’incidente non era fornito del sistema di controllo che avrebbe automaticamente rallentato il treno in caso di eccessiva velocità. La società ferroviaria ha replicato dicendo che i sistemi di sicurezza del treno erano adeguati.Ricordiamo che molti dei passeggeri che viaggiavano sul convoglio erano pellegrini diretti a Santiago di Compostela per celebrare il santo patrono della città spagnola. La festa dedicata al santo è stata cancellata e sono stati dichiarati sette giorni di lutto in Galizia e tre in Spagna.

 





CONDIVIDI!

-:1747

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing