Ragazzo di 14 anni si suicida: “Sono gay, nessuno capisce il mio dramma”

Emanuela 11 agosto 2013 1

no-omofobiaHa deciso di togliersi la vita a soli 14 anni, esattamente nel fiore della sua esistenza. E’ quanto accaduto ad un giovane di Roma, il quale, stanco di sentirsi costantemente incompreso a causa del suo orientamento sessuale, ha scelto il gesto più folle per far sentire la sua voce. Prima di suicidarsi, lanciandosi dal terrazzo del suo condominio, il ragazzo ha scritto un messaggio in cui spiegava le motivazioni del folle gesto: “Sono omosessuale, nessuno capisce il mio dramma e non so come farlo accettare alla mia famiglia”.

Nella missiva destinata alla famiglia, scritta dal giovane prima di compiere l’ultimo ed estremo gesto, in base a quanto si apprende, viene spiegata in modo chiaro la decisione presa, giunta dopo essere stato vittima di numerose angherie che hanno avuto il culmine con l’esclusione dalla compagnia della quale faceva parte. Solo perché omosessuale.

L’episodio va ad aggiungersi ai tanti già accaduti sempre nella Capitale negli ultimi tempi; l’ultimo straziante caso risale allo scorso novembre quando, sempre a Roma, un quindicenne aveva deciso di porre fine alla sua vita, impiccandosi nel bagno mentre era a casa dei nonni. Lo scorso maggio, un tentativo di suicidio aveva invece riguardato un sedicenne che aveva cercato di suicidarsi lanciandosi dalla finestra della sua scuola, durante la ricreazione.





CONDIVIDI!

-:1880

1 Commento »

  1. gabriella 11 agosto 2013 at 22:45 - Reply

    un’altra povera vittima dell’omofobia, razzismo, non si può andare avanti così abbandonando i poveri ragazzi al destino, il parlamento deve prendere seri provvedimenti per tutelare le persone gay, proteggerli dai bastardi,voi del governo sbrigatevi!! fate al più presto una legge che tuteli le vittime dal bullismo, bastaaaaaaaaaaaa!!!!!! bastaaaaaaaaaa , sbrigatevi ministri!!!!!!!

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing