Strage Bologna, Boldrini: “Una ferita ancora aperta e dolorosa”

Giulia Calchetti 2 agosto 2013 0

BOLDRINI Anche quest’anno si è tenuta a Bologna la commemorazione della strage del 2 agosto 1980, attacco terroristico avvenuto presso la stazione ferroviaria in cui persero la vita 85 persone e 200 restarono ferite. Dopo la cerimonia  a Palazzo D’Accursio, e dopo il minuto di silenzio commemorativo ha parlato, in piazza Medaglie d’Oro, la presidente della Camera Laura Boldrini.

“Questa è una ferita ancora aperta e dolorosa per coloro che hanno a cura la vita democratica di questo paese, per tutti noi che siamo qui. Vale per tutti, di ogni età, ma è vero soprattutto per quelli della mia generazione. Io allora avevo 19 anni, – dichiara la Boldrini –  quella mattina ero qui a Bologna Sembra incredibile, dopo tanti anni che chiediamo ancora la cosa più semplice, ma non abbiamo avuto risposte. Ci sono gli esecutori, ma mancano ancora i mandanti, i burattinai, gli strateghi e quelli che hanno pensato alla carneficina”.

Il presidente del Senato Pietro Grasso, in un messaggio inviato a Paolo Bolognesi, presidente dell’Associazione tra i familiari delle vittime: “In occasione del 33mo anniversario della strage di Bologna, desidero condividere con i familiari il ricordo doloroso di quel lontano 2 agosto, quando una violenza inaudita ha strappato alla vita 85 innocenti. – dice Grasso – Ricordare è indispensabile – aggiunge il presidente – affinché si continui a lottare contro l’oblio e contro il terrorismo e affinché si prosegua nella ricerca instancabile della verità storica e processuale”.





CONDIVIDI!

-:578

Lascia un commento »

WP-SpamFree by Pole Position Marketing