Tragedia a Novara: 50enne uccide figlio disabile nel sonno e tenta suicidio

Tragedia a Vespolate, in provincia di Novara, dove un uomo di 50 anni ha ucciso il figlio disabile e poi ha tentato il suicidio. Lo riporta TgCom24, che ricostruisce la drammatica vicenda evidenziandone la disperazione che si celava dietro questa tragedia familiare. Il padre 50enne era il solo ad occuparsi del figlio disabile dopo la morte della madre avvenuta un anno e mezzo fa, portata via da un brutto male.

L’uomo, in preda alla disperazione, la scorsa notte ha ucciso il figlio soffocandolo nel sonno e successivamente ha tentato di togliersi la vita suicidandosi con il gas. Dietro il drammatico gesto ci sarebbe il timore del padre di lasciare da solo il figlio dopo la sua scomparsa e quindi per questo avrebbe deciso di ucciderlo e farla finita. Dopo il drammatico gesto, l’uomo si trova ora ricoverato all’ospedale di Novara e verserebbe in condizioni molto gravi.

Emanuela Longo Author

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing