Pressione della caldaia: tutto quello che c’è da sapere

In questo articolo puoi scoprire tutto quello che devi saper sulla pressione della caldaia, cioè qual è il livello coretto, che succede quando è bassa, quando è alta e anche che cosa fare.

Il livello corretto della pressione

La pressione della caldaia deve sempre essere compresa tra 1 e 2 bar. Si tratta di un’indicazione generale che può vedere alcune differenze da un modello all’altro. Per sapere esattamente dove deve trovarsi la lancetta del manometro della pressione, meglio controllare il libretto di istruzioni oppure chiedere al tecnico della manutenzione e assistenza caldaie a Roma.

Pressione troppo bassa: che cosa succede e che cosa fare

Se la pressione della caldaia è troppo bassa, cioè inferiore a un bar, è molto facile accorgersene per via degli evidenti malfunzionamento. Oltre al fatto che le caldaie di ultima generazione segnalano problemi di pressione, è facile capire che c’è un problema poiché il rubinetto non eroga acqua calda oppure impiaga moto tempo. Inoltre, i termosifoni si scaldano appena e restano tiepidi.

Per riportare la pressione a un livello corretto, si può aggiungere nuova acqua nel circuito aprendo il rubinetto sotto la caldaia. Se la pressione dovesse continuare a scendere nonostante questo trucchetto, meglio sentire il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie a Roma.

Pressione troppo alta: che cosa succede e che cosa fare

Se la pressione è più alta di 2 bar, è troppo alta. Sebben sia un problema assai grave, è più difficile rendersene conto. L’unico sentore potrebbe essere rappresentato da una perdita di acqua dalla caldaia o anche dai caloriferi.

Il tecnico della manutenzione e assistenza caldaie a Roma per ridurre la pressione della caldaia può fare diversi interventi, ma devono esser veloci perché una situazione di questo tipo a lungo andare mette sotto sforzo i componenti che si guastano, come lo scambiatore di calore.

L’ideale sarebbe sfiatare i termosifoni, aprendo la valvola. Bisogna far uscire non solo vapore acqueo e bolle d’aria , anche un po’ di acqua che va raccolta con un piccolo bicchiere.