Alex Schwazer, doping: notificato oggi Fidal, Rio 2016 a rischio

I legali di Alex Schwazer hanno depositato il ricorso al Tribunale antidoping e notificato questa mattina alla Fidal contro la decisione della Iaaf di sospendere il marciatore italiano dopo essere stato nuovamente trovato positivo al test del doping. Lo ha annunciato questa mattina il sito di TgCom24 rendendo noto quanto asserito da Gerhard Brandstaetter, legale del marciatore Alex Schwazer.

“Abbiamo notificato il ricorso alla Fidal tramite Pec, sottolineando l’assoluta urgenza della risposta”, ha asserito in merito l’avvocato. In seguito ai risultati ed alla controprova che hanno sottolineato l’esito positivo al test del doping, Alex Schwazer rischia seriamente di non poter essere ammesso a Rio 2016. I tempi sono molto stretti: il prossimo lunedì 18 luglio, infatti, scadranno ufficialmente le iscrizione alle Olimpiadi.

“Noi stiamo andando avanti per la nostra strada. L’ultimo parere raccolto, in ordine di tempo, è quello di un luminare olandese che ha rimarcato quello che hanno già detto in tanti: quello di Alex è un profilo antidoping”, ha dichiarato infine il legale del marciatore.

Emanuela Longo Autore

Classe 1984, nata a Lecce. Dopo la mia formazione in Media e Giornalismo all'Università di Firenze, ho acquisito esperienze tra Milano e Palermo per poi fare ritorno in Salento. Nasco sul web come blogger televisiva ma i miei interessi e le mie passioni non escludono tutti i colori della cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP-SpamFree by Pole Position Marketing